Chi siamo

L’Associazione Giorgia nasce nel 1997 con l’intento di dare seguito ai valori e alle azioni di volontariato portate avanti da Giorgia Calabrese, prematuramente scomparsa all’età di 22 anni.

Durante questi anni l’Associazione si è impegnata in attività di volontariato diretto, con assistenza e supporto a disabili e alle loro famiglie anche a livello economico.

Sono stati infatti acquistati ausilii per persone non autosufficienti non in grado di affrontare autonomamente la spesa necessaria.
L’Associazione inoltre ha contribuito a realizzare il Centro Benessere di Sospiro, realtà quella dell’Istituto, che l’Associazione cerca di animare nelle giornate di festa dell’Istituto, creando momenti ricreativi al di fuori delle mura della struttura. L’obiettivo è di creare quell’ambiente familiare che spesso gli ospiti non hanno.

Dalla nascita, i volontari dell’Associazione hanno animato l’ultimo dell’anno con i ragazzi di Sospiro cercando di far vivere dei momenti di festa con canti, giochi e regali da lasciare a ricordo della serata.

L’Associazione è stata anche, attraverso la disponibilità e l’impegno di alcuni membri, promotrice dell’attività del baskin, sport che vede giocare insieme giovani disabili e normodotati, maschi e femmine.

Attraverso il contatto di alcuni volontari che sono venuti a conoscenza di situazioni di disabilità nello stato del Rwanda, l’Associazione ha contribuito a sostenere l’attività scolastica di una bambina disabile, figlia di una numerosa famiglia da sempre in contatto con una famiglia cremonese.

Alcuni volontari inoltre, settimanalmente prestano opera di volontariato in situazioni di famiglie con familiare in grave situazione di disabilità, portando aiuto soprattutto di sostegno e di compagnia.

Dal 2006 inoltre l’Associazione è promotrice di un percorso teatrale che vede la compresenza in scena di giovani disabili e normodotati. Se nel primo anno i partecipanti al laboratorio sono stati 15, si è passati a 19 giovani nell’anno 2007-2008.
La valenza culturale, oltre che sociale ed artistica dell’attività è stata molto apprezzata dalla cittadinanza cremonese. Infatti 4 sono state le repliche del primo spettacolo messo in scena “Abbiamo perso il filo?” e 4 saranno anche le repliche della seconda rappresentazione “Mani in alto!”

Nell’anno 2008/09 il numero dei partecipanti si è raddoppiato e e si sono formati due gruppi di circa 25 ragazzi ciascuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...